Norme Tecniche per le Costruzioni 2018 e Vs,eq

Il 22 Marzo 2018 sono entrate in vigore le nuove Norme Tecniche per le Costruzioni tramite il Decreto Ministeriale del 17 Gennaio 2018.

Non voglio dilungarmi su quanto già ampiamente è stato scritto su di esse, ma vorrei descrivere brevemente cosa cambia per noi geologi nel calcolo del Vs30, cioè la velocità media di propagazione delle onde di taglio nei primi 30 metri del sottosuolo, e che adesso si chiama Vs,eq vale a dire la velocità equivalente di propagazione delle onde di taglio.

Nelle NTC 2018, sono state eliminate le categorie di sottosuolo S1 ed S2 cioè quelle che necessitavano di ulteriori approfondimenti per la definizione delle azioni sismiche, il che comporta l’obbligo di procedere alla definizione della Risposta Sismica Locale per quei terreni che non rientrano nelle categorie A, B, C, D, E.

La categoria di sottosuolo S1 includeva i depositi di terreni caratterizzati da valori di Vs30 inferiori a 100 m/s, mentre la categoria S2 includeva i depositi di terreni suscettibili di liquefazione o argille sensitive.

Secondo il mio parere si sarebbe dovuta porre attenzione verso la categoria di sottosuolo B perché il range di Vs,eq compreso tra 360 e 800 m/s è troppo ampio ed al suo interno possono ricadere molte tipologie di terreni e sarebbe stato più utile creare più categorie di sottosuolo nel quale far ricadere questo range di velocità.

Fabrizio Citarrella